lunedì 13 marzo 2017

Testamento biologico, la legge non può essere una tela di Penelope


“Attenzione a non trasformare il testo della legge sulle disposizioni anticipate di trattamento, così come uscito dalla Commissione, in una sorta di tela di Penelope che non vede mai la fine”.

È quanto afferma Pia Locatelli, capogruppo socialista alla Camera.

“Tutto è perfettibile – ha proseguito Locatelli coordinatrice dell’Intergruppo per il ‘fine vita’ – anche il testo del disegno di legge sul testamento biologico che oggi approda in Aula, ma bisogna anche essere consapevoli del rischio che voto dopo voto, nel rimpallo tra Camera e Senato, la legge con la fine della legislatura resti appesa nel nulla e questa non è sicuramente la volontà degli italiani”.