giovedì 20 aprile 2017

Testamento biologico, la Camera approva. Un bel giorno per il Paese


“Con l’approvazione della legge sul testamento biologico un passo fondamentale è stato fatto per l’applicazione dell’articolo 32 della Costituzione secondo il quale nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario. Un diritto costituzionale che finalmente, con questo provvedimento, diventa dovere per il sistema sanitario nazionale”. Lo ha detto Pia Locatelli, capogruppo del Psi alla Camera e coordinatrice dell’Intergruppo parlamentare per il fine vita, intervenendo per dichiarazione di voto sulle Disposizioni anticipate di trattamento.

“ Abbiamo lavorato per quasi un anno per ottenere la calendarizzazione del provvedimento e  un altro in Commissione per avere un testo condiviso. Il risultato è il frutto dell’impegno di forze politiche diverse, di un lavoro trasversale, come a volte avviene sui temi etici e apprezziamo che il governo abbia lasciato al Parlamento la piena responsabilità della legge.

Siamo però solo a metà percorso. Ci aspetta un passaggio al Senato che sarà forse ancora più arduo. Speriamo di non arrivare alla fine della legislatura a mani vuote. Il Paese non ce lo perdonerebbe”.

Il testo dell’intervento




Categorie